Banner sfondo 1600 I VIAGGI DI AGATA 060917

ilricordo041117Terlizzi. Si infittiscono le voci e si alimenta quindi la speranza di una prossima visita di papa Francesco ad Alessano, città natale di don Tonino Bello.

Naturalmente non c’è nessuna notizia ufficiale, ma una serie di movimenti farebbero ben sperare. Indicativamente si potrebbe tenere nella primavera del 2018. Mons Bello fu presidente di Pax Christi, presule dal 1982 al 1993 nella diocesi di Ruvo – Molfetta – Giovinazzo – Terlizzi.

Fra i segni premonitori la visita di Mons. Nunzio Galantino, segretario generale della Cei, in occasione dell’anniversario per i 35 anni della consacrazione episcopale di don Tonino.

Mons. Galantino si è espresso anche in merito alla santità di don Tonino dicendo che l’importante che sia già Santo per il Padreterno e per molti. È una figura molto importante per il cattolicesimo, il suo stile di vita oggi sembra l’unica strada da percorrere.

Ci sarebbero richieste alla Regione da parte dell’Amministrazione locale per opere logistiche e per un contributo economico. Alcune opere interesserebbero anche la tomba di don Tonino e il suo piazzale.

Ci sarebbe uno scambio di informazioni fra il vaticano e la sindaca Francesca Torsello che si è mostrata fiduciosa.

Sin dalla sua elezione, tantissimi hanno accostato la figura di Francesco a quella del vescovo salentino che predicava una «Chiesa del grembiule» a servizio degli ultimi e su cui attualmente è in corso il processo di beatificazione.

Due gli appuntamenti tenutisi a Tricase, per ricordare i 35 anni dell’ordinazione episcopale del Servo di Dio, avvenuta in Piazza Pisanelli a Tricase il 30 ottobre 1982.

Nella “Sala del Trono” di Palazzo Gallone si è tenuto un convegno sulle figure di tre “profeti del nostro tempo”, ovvero Tonino Bello, David Maria Turoldo ed Ernesto Balducci a cui sono intervenuti fra gli altri: Giancarlo Piccinni (Presidente Fondazione don Tonino Bello) e S. E. Mons. Vito Angiuli, Vescovo Ugento – Santa Maria di Leuca.

Sempre a Tricase, nella Chiesa Parrocchiale “Natività Beata Vergine Maria”, il Segretario generale della Conferenza episcopale italiana, mons. Nunzio Galantino, ha presieduto la Santa Messa, concelebrata da S. E. Mons. Vito Angiuli, dopo aver sostato precedentemente in preghiera (alle ore 16.45) sulla tomba di Don Tonino Bello, nel cimitero di Alessano.

Ancora oggi, tanto negli incontri di formazione dedicati ai laici impegnati, quanto nella catechesi, la figura di don Tonino Bello viene spesso presa come esempio.

Aggiungi commento

 

Codice di sicurezza
Aggiorna


ilricordo041117Terlizzi. Si infittiscono le voci e si alimenta quindi la speranza di una prossima visita di papa Francesco ad Alessano, città natale di don Tonino Bello.

Naturalmente non c’è nessuna notizia ufficiale, ma una serie di movimenti farebbero ben sperare. Indicativamente si potrebbe tenere nella primavera del 2018. Mons Bello fu presidente di Pax Christi, presule dal 1982 al 1993 nella diocesi di Ruvo – Molfetta – Giovinazzo – Terlizzi.

Fra i segni premonitori la visita di Mons. Nunzio Galantino, segretario generale della Cei, in occasione dell’anniversario per i 35 anni della consacrazione episcopale di don Tonino.

Mons. Galantino si è espresso anche in merito alla santità di don Tonino dicendo che l’importante che sia già Santo per il Padreterno e per molti. È una figura molto importante per il cattolicesimo, il suo stile di vita oggi sembra l’unica strada da percorrere.

Ci sarebbero richieste alla Regione da parte dell’Amministrazione locale per opere logistiche e per un contributo economico. Alcune opere interesserebbero anche la tomba di don Tonino e il suo piazzale.

Ci sarebbe uno scambio di informazioni fra il vaticano e la sindaca Francesca Torsello che si è mostrata fiduciosa.

Sin dalla sua elezione, tantissimi hanno accostato la figura di Francesco a quella del vescovo salentino che predicava una «Chiesa del grembiule» a servizio degli ultimi e su cui attualmente è in corso il processo di beatificazione.

Due gli appuntamenti tenutisi a Tricase, per ricordare i 35 anni dell’ordinazione episcopale del Servo di Dio, avvenuta in Piazza Pisanelli a Tricase il 30 ottobre 1982.

Nella “Sala del Trono” di Palazzo Gallone si è tenuto un convegno sulle figure di tre “profeti del nostro tempo”, ovvero Tonino Bello, David Maria Turoldo ed Ernesto Balducci a cui sono intervenuti fra gli altri: Giancarlo Piccinni (Presidente Fondazione don Tonino Bello) e S. E. Mons. Vito Angiuli, Vescovo Ugento – Santa Maria di Leuca.

Sempre a Tricase, nella Chiesa Parrocchiale “Natività Beata Vergine Maria”, il Segretario generale della Conferenza episcopale italiana, mons. Nunzio Galantino, ha presieduto la Santa Messa, concelebrata da S. E. Mons. Vito Angiuli, dopo aver sostato precedentemente in preghiera (alle ore 16.45) sulla tomba di Don Tonino Bello, nel cimitero di Alessano.

Ancora oggi, tanto negli incontri di formazione dedicati ai laici impegnati, quanto nella catechesi, la figura di don Tonino Bello viene spesso presa come esempio.

Aggiungi commento

 

Codice di sicurezza
Aggiorna

WEBtv